Progetti europei

ARRR in esecuzione dei propri obbiettivi statutari partecipa in qualità di capofila o partner a progetti comunitari relativi all’efficienza energetica, all’uso delle risorse e al loro smaltimento e ai principi dell’economia circolare.
 
ARRR prosegue i progetti attualmente in corso delle società incorporate e ne realizzerà di nuovi.
 

Cosa è un progetto europeo 

Il nostro territorio percepisce in misura crescente la necessità e l’opportunità di beneficiare di quelli che vengono definiti “fondi europei” o “progetti europei”. Essi sono considerati, a ragione, risorse importanti per finanziare progetti, attività e infrastrutture a livello nazionale, regionale e locale, in particolare in un momento in cui la riduzione dei trasferimenti statali al territorio si unisce ai perduranti effetti della crisi economica.
 
Con “europrogettazione” si fa riferimento a tutte quelle pratiche di creazione e formulazione destinate alla produzione di progetti europei, ovvero quelle domande indirizzate alla Commissione europea (e a tutte le autorità che si occupano di fondi europei), tramite bandi pubblici nell’ambito comunitario. Possono beneficiarne sia enti pubblici che privati.
 
Il termine “europrogettazione” nasce intorno agli anni ’90 in Italia con “un progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo, progetto denominato ‘Europelago’, che fissò per la prima volta criteri e modalità operative per la formazione dei funzionari pubblici degli enti locali impegnati nella gestione dei fondi europei, e nelle relative modalità di acquisizione degli stessi criteri e modalità in gran parte applicati tuttora”
 
I programmi dell’Unione Europea sono attuati principalmente attraverso i fondi strutturali e i fondi settoriali. I fondi strutturali sostengono le politiche dell’Unione Europea per il riequilibrio territoriale per ridurre le differenze tra le Regioni più ricche e quelle meno avvantaggiate. I fondi sono gestiti dai singoli Stati membri. Mentre nei fondi di settore sono allocate le risorse per attuare le politiche settoriali promosse dall’Unione Europea. In quest’ultimo caso i fondi sono gestiti direttamente dalla Commissione Europea attraverso i DG.
 
Link utili:
 

Principali finalità dei progetti europei 

I fondi ed i progetti europei non sono soltanto una “risorsa” a disposizione degli attori del nostro territorio. I progetti europei, declinati in modalità diverse, sono innanzitutto uno strumento:
 
- per realizzare, a livello strategico, gli obiettivi e le priorità dell’Unione europea, in termini di benessere ed uguaglianza, di crescita economica e sociale e di integrazione territoriale;
 
- per fornire, a livello operativo, una risposta concreta e realizzabile ai bisogni reali dei cittadini europei, collettivamente intesi.
 

Fondi disponibili 

Link utili

 

Benefici per la comunità

In risposta all’evolversi dell’economia mondiale e alle sue implicazioni per l’Europa, la Commissione europea ha proposto una serie di programmi destinati a stimolare l’occupazione, la crescita e gli investimenti in tutta l’Unione europea. Le opportunità di finanziamento dell’Unione europea dimostrano il valore aggiunto del bilancio dell’Unione in numerosi settori: dalla ricerca all’occupazione, allo sviluppo regionale e alla cooperazione, dall’istruzione alla cultura, all’ambiente, all’aiuto umanitario e all’energia, solo per citarne alcuni. Sono disponibili importi considerevoli a sostegno delle piccole e medie imprese, delle organizzazioni non governative e della società civile, dei giovani, dei ricercatori, degli agricoltori, degli enti pubblici e di molti altri interessati.
 
Link utili:
 

Progetti in corso 

  • REBUS – Renovation for Energy efficient Buildings
  • EMPOWER

 

Progetti realizzati

Ultimo aggiornamento: 21.01.2019
Condividi