Autodichiarazione 2019

Gli impianti che devono essere autodichiarati nel 2019 e per i quali deve essere fatto il controllo di efficienza energetica, l’inserimento del RCEE sul SIERT-CIT ed il pagamento del bollino sono i seguenti:

In base al regolamento regionale (DPGR. n. 25/r del 3.03.2015) nel 2019 devono essere autodichiarati (con conseguente pagamento del bollino) gli impianti termici:

• a metano o GPL tra 10 e 100 kW installati o sostituiti nel 2015 o in anni precedenti che hanno fatto il controllo di efficienza energetica nel 2017 (sono esclusi gli impianti installati nel 2016 o in anni successivi, che si autodichiarano dopo 4 anni dalla installazione / sostituzione del generatore, a condizione che abbiano fatto il bollino alla prima accensione),

• a gasolio o biomassa tra 10 e 100 kW che hanno fatto il controllo di efficienza energetica nel 2017,

• a metano o GPL > 100 kW che hanno fatto il controllo di efficienza energetica nel 2017,

• a gasolio o biomassa > 100 kW;

le pompe calore o gli impianti frigo:
tra 12 e 100 kW installati o sostituiti nel 2015 o in anni precedenti che hanno fatto il controllo di efficienza energetica nel 2015 (sono esclusi gli impianti installati nel 2016 o in anni successivi, in quanto si autodichiarano ogni 4 anni),

> a 100 kW che hanno fatto il controllo di efficienza energetica nel 2017;
ed inoltre tutti gli impianti:

di nuova installazione,
• con sostituzione del generatore,
riattivati (ad esempio per nuovo collegamento idraulico o nuovo allaccio alla rete di distribuzione o per conclusione dei lavori di ristrutturazione edilizia ecc..).

Ultimo aggiornamento: 21.01.2019
Condividi