Sportello Informambiente
Norme, documenti e informazioni sul ciclo dei rifiuti e loro gestione
Osservatorio Rifiuti
Dati e informazioni su Raccolte differenziate, Rifiuti urbani, Rifiuti Speciali
O.R.So.
Rilevamento dati di produzione e gestione dei rifiuti urbani
Prevenzione - GPP
Rassegna sulle principali norme nazionali e regionali di riferimento
Bonifiche
Rassegna delle principali fonti normative nazionali e regionali 

In data 19 maggio 2003 la Giunta Regionale Toscana ha approvato la Decisione n. 41 contenente il “Patto strategico per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati in Toscana ed accordi volontari per la riduzione ed il recupero dei rifiuti speciali” con la quale si promuovevano accordi volontari per la riduzione ed il recupero dei rifiuti
speciali.

Il progetto si inserisce nella più generale tematica del miglioramento dei cicli produttivi delle piccole e medie imprese e vuole promuovere processi produttivi a basso uso di materie prime ed energia.

Al fine di elaborare tali accordi, la Regione Toscana ha affidato all’Agenzia Regione Recupero Risorse S.p.A. uno studio finalizzato a valutare alcuni cicli produttivi ritenuti significativi per la produzione di rifiuti speciali che si è concluso nel marzo 2004 e ha riguardato i settori cartario, conciario, tessile e dell’autodemolizione.

All’interno di tali comparti la ricerca di ARRR ha identificato tecnologie attraverso le quali:

  • prevenire la produzione di rifiuti
  • ridurre la produzione di rifiuti
  • ottimizzare la gestione dei rifiuti prodotti finalizzata al massimo recupero.

Lo studio, ancorché concluso nel marzo del 2004, presenta contenuti attuali e può essere utile strumento di lavoro a supporto degli attori istituzionali e degli operatori del settore per la definizione di strategie di riduzione e di recupero anche ai fini della condivisione di accordi volontari.

Per ciascun comparto identificato è stata effettuata una analisi di settore così articolata:

  1. Analisi dei bilanci di massa (materie prime utilizzate, additivi utilizzati, consumi, produzione di rifiuti, emissioni in atmosfera, scarichi, ecc);
  2. Analisi delle tecnologie utilizzate;
  3. Analisi di mercato relativa alle tecnologie disponibili finalizzate alla prevenzione della produzione di rifiuti;
  4. Analisi di mercato relativa alle tecnologie disponibili finalizzate alla riduzione della produzione di rifiuti;
  5. Analisi di mercato relativa alle tecnologie disponibili finalizzate alla ottimizzazione della gestione dei rifiuti ed al massimo recupero;
  6. Verifica ed analisi degli studi esistenti e delle iniziative in corso finalizzate agli stessi scopi del presente lavoro.

 

Di seguito si riportano, per ogni comparto, i contenuti dello studio: